Blogging: cosa ho imparato nel 2014

Blogging

Cenone in famiglia o in compagnia degli amici? Festa super glamour oppure la tranquillità di un ambiente più intimo e familiare? E dove? Con chi? Cucina homemade o catering? Dì la verità, sono questi i pensieri che danzano nella tua testa ormai in modalità festaiola, anche se sei ancora davanti al tuo fedele pc a leggere, scrivere, rispondere, ideare. :)

Allora facciamo così: ti faccio un bel regalo! :) Nell’ultimo giorno del 2014, nessun bilancio e nessun buon proposito, piuttosto ho selezionato per te una serie di post scritti nell’anno che ormai stiamo per appendere al chiodo, quei post che se ancora non hai letto proprio non puoi lasciarti sfuggire e che se, invece, hai già attentamente studiato, ripassare ti farà solo del bene.

Curioso di sapere di quali si tratta? Seguimi! :)

 

Blogging 2014: cosa ho imparato?

Eccola qui la mia personale selezione di post di valore, che hanno da insegnarti e da insegnarmi, che possono offrirti utili spunti di riflessione e importanti approfondimenti:

#1. Il blogging nel 2015: come sarà?

Naturalmente le previsioni non possono che esser affidate a Riccardo Esposito, che in due post imperdibili ti racconta l’evoluzione del blogger e del blogging di successo: [Prima parte] Fare blogging nel 2015: la mia idea e [Seconda parte] Fare blogging nel 2015: punto sulla relazione.

#2. Qual è l’errore più comune dei brand sui social?

La sterile imitazione, ecco l’errore più comune e più grave che i brand commettono sui social media. In questo post, Il primo errore dei Brand sui social, Cinzia Di Martino ti spiega perché è così pericoloso incappare in questa trappola

#3. Gli errori sono determinanti per raggiungere il tuo obiettivo

Hai paura di sbagliare, vero? Come tutti, del resto! Epperò, quegli errori che tanto temi sono indispensabili per imparare, per arricchire il tuo sogno e raggiungere la tua meta, la tua idea fissa. E allora, come ti suggerisce Andrea Girardi, Scocca quella freccia, comunque!, e “lasciala librare nell’aria: sarà il vento a fare il resto”.

#4. Serendipità e azione, ecco cosa serve al genio creativo

Sai chi è il genio creativo? E’ una persona che tenta e ritenta, prova e riprova ancora, una persona che agisce, sa e intuisce. Rudy Bandiera ti offre un motivo di riflessione davvero importante nel suo post Serendipità: la chiave del genio sta nel FARE.

#5. C’è una cosa fondamentale di cui devi farti carico: evitare le persone tossiche

Vuoi diventare influente, costruirti un seguito e farti trovare dai clienti giusti? Devi limitare o allontanare le persone tossiche! E Skande ti spiega perché farlo è così importante!

#6. Quando scrivi, fallo sempre pensando ai tuoi utenti

Te lo ricorda anche Benedetto Motisi in questo bel post per Your Smart Agency, Scrivere per gli utenti è scrivere per Google: soddisfa un bisogno del tuo lettore, emozionalo, coinvolgilo e avrai scritto anche per i motori di ricerca.

#7. Vuoi scoprire se sei social? Un modo c’è!

Un post imperdibile quello ideato da Salvatore Russo, che sintetizza con efficacia le caratteristiche principali di ogni social network raccontate dagli esperti del settore e illustrate dal genio grafico di Diego Mozzo. Perciò, la domanda è: Sei social? Scoprilo!

#8. A lezione di Copywriting

Un post da studiare e da salvare in memoria quello scritto da Valentina Falcinelli su Pennamontata, Il copywriting po’ esse fero o po’ esse piuma. Il tuo com’è?

#9. Un blog è una promessa: non romperla!

Aprire un blog significa promettere ai tuoi lettori/clienti che ci sarai, nonostante tutto, ecco perché chiuderlo è la soluzione più sbagliata anche se hai poco tempo da dedicare e poche idee da sfruttare. Veronica Gentili ti spiega come uscire dall’empasse in questo post, Comunque vada…non mollare il tuo blog!

#10. Che potere ha la semplicità?

Ne ho parlato tempo fa in un post che trovi sul mio blog, Della semplicità e delle sue tre regole, e a tal riguardo ho scritto anche per Less Is Sexy, il meraviglioso blog di Gloria Vanni, in un articolo dal titolo #SimplicityIsSexy. All You Need Is Less. Sono i due post che raccontano di quale, secondo me, sia l’essenza del blogging (e non solo!).

 

Ora tocca a te!

Lo so, gli imperdibili post del 2014 sono davvero troppi per poterli riassumere in una breve, sebbene intensa, rassegna. Perciò, ora tocca a te arricchire la lista: quali articoli hanno suscitato maggiormente il tuo interesse? Perché? Ti aspetto nei commenti! :)

 

Commenti di “Blogging: cosa ho imparato nel 2014”:

  1. Andre

    Grazie Ludovica: essere inseriti in una compagnia tale mi riempie di felicità!

  2. Ludovica De Luca Ludovica De Luca

    Figurati Andre! :)
    Felice tu abbia apprezzato. Di sicuro non potevi mancare!

Scrivi il tuo Commento:

* Campi necessari
** La mail inserita non verrà pubblicata